Raccolte d'arte del Castello Sforzesco

Il Museo di Arti Decorative del Castello Sforzesco nasce nel 1878 grazie alla cessione, da parte dell'Associazione Industriale Italiana, del proprio patrimonio, comprendente anche una biblioteca specialistica. Caratteristica di questo museo è la grande varietà di generi collezionati, esposti per classi di materiali. Dopo i restauri del Castello ad opera di Luca Beltrami, la collezione viene spostata in questa sede e collocata nelle sale al primo piano del cortile Ducale. L’inaugurazione avviene il 10 maggio 1900. Dal Dopoguerra sino ad oggi la collezione si è ampliata grazie a donazioni private e acquisti e, nel 2017, con il riallestimento del museo curato da Francesca Tasso e Andrea Perin si è riorganizzato il percorso espositivo, inserendo le opere d'arte in una struttura ancorata alla cultura storica, capace da un lato di restituire ad ogni oggetto la sua valenza e dall'altro di evidenziare i capolavori, grazie anche a un nuovo apparato didattico.

Per la particolare collocazione di Milano, il Museo delle Arti Decorative si pone come centro privilegiato per lo studio interdisciplinare delle arti decorative in Italia.

La mission dell’Istituto, conformemente agli scopi originari e alla sua attuale specificità, consiste nel mettere al centro del proprio sistema espositivo e dei propri programmi culturali l’oggetto d’arte in forma interdisciplinare (sia come singolo capolavoro sia come parte di un contesto coerentemente organizzato), testimone della storia del gusto in ambito italiano ed europeo.

DETTAGLI
Sito internet del museo - website
Piazza Castello, 20121 Milano
Eventi museo city
archivio